20
Lug
08

E3 2008, the aftermath

Penny Arcade mi aiuta a sintetizzare quelle che sono state le conference delle tre “grandi” del panorama videoludico internazionale.

Per i non anglofoni:

[Delegato Microsoft]: “Il nostro target demografico è davvero l’otaku incallito appassionato di cinema, che canta insieme alla mamma” (traduzione mooolto libera: il riferimento è al nuovo Karaoke annunciato per Xbox 360).

[Reggie Fils-Aime, presidente Nintendo America]: “Siamo fottutamente ricchi. Ecco un pò di schifezze di cui non ve ne può fregare di meno.”

[Jack Tretton, presidente Sony Computer Entertainment America]: “Andiamo ragazzi, per favore… PER FAVOOORE! Dateci solo un altro anno… sapete che siamo bravi a fare videogiochi…”

Ecco, in sintesi quello che è successo.

Microsoft che non perde di vista l’appassionato incallito, ma strizza l’occhio al casual gamer, copiando spudoratamente Nintendo (con i nuovi Avatar, identici ai Mii).

Nintendo perde completamente di vista l’appassionato incallito e continua a proporre giochi che piacciono più a mia madre che a me (o che sono semplicemente riciclati da vecchie glorie). Ah, e non scordiamoci il nuovo giroscopio per il Wiimote. Pensavate di aver regalato abbastanza soldi a mamma Nintendo? Sbagliavate!

Sony è l’immagine della tristezza. Il nulla più assoluto. La PS3 continua ad essere un incubo da programmare (prova ne sia il Wipeout HD rimandato ancora per problemi critici nello sviluppo). Stessi vecchi giochi annunciati due anni fa (Killzone 2, dove sei? Uscirai?). Di giochi nuovi nemmeno l’ombra (eccettuato un God of War III di cui si è visto solo un trailer e che, visti i tempi di sviluppo forse vedremo nel 2011). La perdita di un’esclusiva importantissima (Final Fantasy XIII).

A proposito: ma davvero crediamo ancora nelle esclusive? Con tutto quello che costa sviluppare un gioco di “terza generazione”, davvero speriamo che basti farlo uscire su di una console per renderlo un successo commerciale? Molti pubblisher ormai invocano i giochi scaricabili (da Live Arcade, Playstation Network o Wiiware) come il futuro. Perchè? Perchè costano poco e rendono molto. Davvero vi stupisce che il prossimo Ratchet and Clank non sarà un gioco nuovo ma praticamente un’espansione acquistabile (e scaricabile) online? E quanto credete che resterà Metal Gear 4 in esclusiva su Sony?

Il mercato videoludico sta cambiando… e a me sta sempre più simpatica Microsoft…


4 Responses to “E3 2008, the aftermath”


  1. 1 Sheik
    luglio 20, 2008 alle 9:25 pm

    LittleBig Lanet non sarà nuovo ma sembra sempre attraente.
    di nintendo… bhè non ci sono parole oltre a quelle dette nel fumeto.. a no, una cosa non detta c’è. sul palco erano così oberati dal presentare giochi “stupendi” da dimenticarsi di dire che stanno lavorando ad un nuovo Pikmin. ma infondo cos’è un nuovo capitolo di uno dei più bei giochi della passata generazione in confronto hai mii?

    mi sono accorto che ormai Microsoft ti è simpatica perchè non commenti la nuova interfaccia della console o dei suoi bellissimi Avatar…cos’è questo bruttissimo tentativo di rincorrere la strategia Nintendo? c’è n’è già una che va verso il baratro…due è troppo.

  2. 2 Noodle
    luglio 20, 2008 alle 11:06 pm

    Secondo me la Nintendo sta tirando troppo,non durerà molto…
    Tra un paio di anni sony e nintendo si fonderanno e daranno vita ad un nuovo marchio(sparata grossaXD)perchè microsoft li sta falciando ^^”’

  3. 3 Sheik
    luglio 21, 2008 alle 8:10 am

    Considerando l’enorme successo del wii che ha in questi giorni in america ha superato la base installata del Xbox, il gran numero di titoli venduti e che il wii è l’unica console che è stata venduta in attivo (sony ci rimette ancora oggi sulle PS3) dubito fortemente che avrà la necessità di fondersi per sopravvivere.
    Indubbiamente prima o poi la corda si spezzerà, ma al momento la sua mossa strategica sta persuadendo molte persone che da anni avevano smesso di giocare con i videogiochi a tornare (e scontentando invece i fans di vecchia data) e stando a quello che dicono avvicinare anche le persone che prima non erano interessate (non credo che realmente le nonnine giochino assiduamente, ma comunque un aumento del bacino di utenza c’è stato). quindi al momento la cosa da i suoi frutti…e non è affatto detto che continueranno con questa strategia, potrebbero modificarla prima che la corda si spezzi (un accenno a questo lo hanno fatto anche durante la conferenza E3)

    comunque se il fallimento dovesse avvenire, sicuramente non capiterà prima della chiusura del ciclo vitale del successore del wii. l’idea della fusione è al quanto impensabile… perchè Sony non si occupa solo di videogiochi ma ha rami un po’ in tutti i campi sia tra gli elettrodomestici che tra le case discografiche e cinematografiche; quindi in caso sarebbe un assorbimento. ma suppongo che sarebbe più probabile una strategia come quella della SEGA piuttosto che un assorbimento.

    sebbene la conferenza Miscrosoft sia stata una delle meno schifose non è che stia falciando nessuno. ha una buone base installata (ma è anche uscita con un anno e mezzo di anticipo) ma sta progressivamente perdendo terreno e cosa più grave non se la sta passando benissimo nella sua attività principale (Vista è un flop che presto farà pop!)

  4. 4 varstahl
    settembre 6, 2008 alle 5:28 am

    Dire che ti sta più simpatica Microsoft è una cosa bruttissima, però è vero.

    Non posso far altro che pensare di aver centrato in pieno lo sviluppo del mercato, ma che finiva così si sapeva da secoli. Roba dell’altro mondo.

    Per me comunque anche in Wipeout, il grosso del problema è l’hardware. Ricordo ancora con divertimento il benchmark delle prestazioni della PS3, con la “favolosa memoria locale che aumenterà le prestazioni bla bla bla”:

    – Scrittura: 10MB/s
    – Lettura: 145KB/s (no, it’s not a typo)

    S’erano talmente conto di aver fatto una cazzata che ce l’hanno pure dovuto scrivere xD

    Ciao Sony, mi raccomando, coccola il tuo uber DRM.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: