08
Apr
08

Il prezzo del successo

Nessuno si aspettava che Rock Band sarebbe stato un titolo economico.

Voglio dire: una chitarrina di plastica, una finta batteria elettrica malamente colorata e un microfono utilizzabile solo con la console. Ah, ed il gioco. Insomma, tanto ben di dio in una sola scatola, e tutto per far finta di essere una star del rock o, meglio, di far parte di una Rock Band.

E devo confessare di essere stato anche abbastanza pronto a sborsare un bel pò di dindini, soprattutto dopo aver provato il tutto in quel di Lipsia (quanta nostalgia della Everyeye Rock Band).

Dopo quasi sei mesi dal lancio americano, oggi, sono trapelate un pò di informazioni, relative al rilascio del titolo nella vecchia, bistrattata Europa.

Buone notizie:

  • confermate tutte le canzoni della versione americana
  • aggiunte nove canzoni appositamente per noi europei
  • tutte le canzoni aggiuntive fin’ora rilasciate saranno disponibili immediatamente anche nel vecchio continente (e vorrei vedere, visto che si pagano).

Strane notizie:

  • il gioco arriverà il 23 Maggio SOLO SU XBOX 360. Chi ha una console Playstation (2 o 3) o un Nintendo Wii dovrà aspettare, c’è chi dice addirittura fino a Natale.

Brutte (bruttissime notizie):

  • gioco (senza strumenti):
    69 EURO (e novantanove centesimi)
  • gioco + chitarra:
    79 EURO (e novantanove centesimi)
  • gioco + batteria:
    89 EURO (e novantanove centesimi)
  • bundle strumentale (i tre “strumenti” senza gioco):
    169 EURO (e novantanove centesimi)

Insomma, per avere il gioco, con tutti e tre gli aggeggi di plastica(ccia), bisogna sborsare 240 EURO. Al cambio, 500 mila delle vecchie lire (o poco meno).

Poi uno alza la testa per sbirciare oltre oceano e nota (ma proprio di sfuggita) che negli Stati Uniti il tutto viene smerciato a 147 dollari, che al cambio fanno 93 EURO. Va bene il dollaro debole, ma è quasi un terzo di quello che paghiamo noi…

Poi capirò perchè UN GIOCO deve essere considarato bene di lusso, e a tutti va bene, e se UN SUV viene tassato un pò di più, ci si incazza tutti. Ma vabbè.

Grazie, Electronic Arts. Non ti smentisci mai.


12 Responses to “Il prezzo del successo”


  1. 1 Avvocato Taormina
    aprile 9, 2008 alle 8:25 am

    Hai dimenticato che il download dei brani costerà più o meno il doppio che negli Stati Uniti ^____^

  2. 2 Avvocato Taormina
    aprile 9, 2008 alle 10:53 am

    Facciasi inoltre notare una cosa!!!

    Costo gioco 70€ (e ti danno un cent di resto…)
    Gioco+Chitarra=80€ – Conseguentemente costo chitarra in promozione 10€
    Gioco+Batteria=90€ – Conseguentemente costo batteria in promozione 20€

    Bundle Chitarra+Batteria+Microfono (sicuramente USB come quelli di Singstar che da Gamerush costano 1€ usati) 170€! Quindi il microfono costa 170-10-20=140€!!!

    Signori, io faccio anche costi, tempi e metodi di produzione e posso assicurare che questo bundle è stato “valutato”

  3. 3 Avvocato Taormina
    aprile 9, 2008 alle 10:56 am

    ……….Da Topo Gigio (messaggio spedito incompleto, non so perchè)

    Sinceramente sono molto interessanti i bundle Gioco+Batteria e Gioco+Chitarra (ricordiamo alla gentile clientela che Rock Band è “identico” a Guitar Hero III ma le chitarre non sono compatibili) e Gioco+Batteria.
    Mi vien da consigliare di comprare i due bundle G+C e G+B, rivendere uno dei G e comprare un microfono di Singstar per avere tutto ad un prezzo inferiore ai 170€ (ovvero quello dei soli strumenti)!

    Cosa non si deve fare per vivere vero Tiamat??

  4. 4 Sheik
    aprile 9, 2008 alle 11:20 am

    O__O 170€ ma è praticamente una console (o poco ci manca).
    che poi tutti sti aggeggi più che far sembrare un cantante di una band fanno più suonatore di strada (prendete come esempio Bert di Mary Poppins o del corto della pixar).
    ma ma con 170€ ti ci puoi comprare uno strumento vero e divertirti con quello….con questa logica i giochi automobilistici tra poco li venderanno a 10.000€!

    bho, sarà che il genere non mi piace…ma…tra il costo e tra che ti porti in casa degli oggetti ingombranti ed esteticamente bruttarelli…secondo me non è che ne venderanno molti.

    tra l’altro a comprare il bundle americano e prendere solo il gioco qui da noi (per poi rivendere quello usa che mi sembra che per la xbox ci siano i blocchi regionali…giusto?) converrebbe ancora…per pochi euri ma converrebbe.

  5. aprile 9, 2008 alle 9:28 pm

    Rispondo all’unisono ad entrambi.

    Il prezzo è semplicemente ridicolo. Non è assolutamente possibile pagare un oggetto due volte tanto il suo valore in un altro continente, giustificando l’aumento di prezzo con “tasse, e altre transazioni che sinceramente non conosco”, perchè così ha dichiarato un portavoce di Harmonix.

    Il gioco è bello, divertente, decisamente insuperabile se giocato in multiplayer. Ma non vale 170 €, figuriamoci se ne vale 240 €.

    Eppure, da malato terminale di videogioco, ero già disposto a spendere la cifra preventivata (tutti si aspettavano un prezzo di 170-180 euro per il bundle gioco + chitarra + batteria + microfono), anche a costo di giocare in singolo su ciascun strumento per la maggior parte del tempo.

    Adesso credo che aspetterò Natale. Quando probabilmente prenderò una Playstation 3 (notoriamente region free) e mi farò spedire dagli Stati Uniti un bundle che spero costerà intorno ai 60 euro.

    P.S. gli strumenti che ho provato a Lipsia sono fantastici, e l’Avvocato può testimoniare. Se però penso ai problemi che hanno avuto al lancio americano e al rischio che questi si ripresentino nel vecchio continente, rabbrividisco.

  6. 6 Avvocato Taormina
    aprile 10, 2008 alle 10:32 am

    Ma ancor più bella è stata la risposta di EA!!!! Imperdible secondo me!

    In parole povere hanno detto:”Si, sappiamo che il gioco costa tanto e che in Europa costa di più, ma speriamo che la qualità del prodotto faccia dimenticare presto il prezzo”

    Praticamente “Cosa sono i milioni, quando in cambio ti danno le scarpe….” Giusto Tiamat???

  7. aprile 14, 2008 alle 5:48 pm

    Mi sento di confermare.

    In fondo, chi non hai mai pensato a un tatuaggetto?

  8. 9 Avvocato Taormina
    aprile 14, 2008 alle 11:26 pm

    Petizioni online: come fare tante visite senza che nessuno ti cachi di striscio… potere del bimbominkia armato di tastiera e difeso da un monitor ultrapiatto XD

  9. aprile 16, 2008 alle 6:48 pm

    Di solito qualcuno risponde: male non può fare/non costa nulla/perchè non provare?/non si sa mai…/massì, firmiamo anche questa.

  10. aprile 19, 2008 alle 3:55 pm

    Alleluja, fratello. Alleluja.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: