02
Apr
08

Follie videoludiche

Ogni appassionato di videogiochi che si rispetti ha uno scaffale, o un’armadio, o una teca, (o un tabernacolo, o un altare) dedicati alla propria collezione.

Quasi tutti, vantano un certo numero di cimeli, reliquie sacre conquistate con un preordine, o vinte in un’asta di ebay, o strappate con le unghie e coi denti dallo stand di una fiera.

Può essere una maglietta, un’edizione limitata, qualcuno che conosco ha addirittura una cartuccia di Super Mario Bros. autografata da Mr. Miyamoto (creatore del personaggio in persona). Io stesso potrei enumerare almeno una decina di oggetti di cui vado fiero (tra cui spiccano le mutandine utilizzate come depliant pubblicitario di un locale di Los Angeles – lo so che non c’entra molto con i videogiochi, ma le ho sempre prese nel corso di un E3).

Insomma, il feticismo non conosce limiti. Ma bisogna pur ammettere quando si esagera o, come si dice da queste parti, si càa fòri dal vaso (si fa pupù, ma si sbaglia mira e non si centra la tazza del cesso).

Blizzard (di cui abbiamo parlato ieri), ha annunciato che realizzerà delle copie “perfette” della spada Frostmourne, oggetto leggendario, capace di dare una svolta alla trama del videogioco Warcraft III e presente (ci scommetto un testicolo) nella prossima espansione del MMORPG World of Warcraft.

Come si possa copiare “perfettamente” un oggetto di fantasia, poi, me lo dovranno pur spiegare. Passi per le spade laser di Guerre Stellari: in fondo quelle, almeno sul set cinematografico sono esistite, ma parlare di copia perfetta (anzi, di Master Replica) per un oggetto che è stato disegnato solo in pixel e peraltro in una versione molto poco realistica, mi sembra esagerato.

Fatto sta che sono in molti a desiderare una copia della spada, nonostante il prezzo non sia certo popolare: ben 379$. Vien da se che, essendo gli oggetti numerati e realizzati in tiratura limitata, in molti hanno espresso il desiderio di acquistare uno dei primi esemplari.

Di qui, l’idea geniale: un’asta per aggiudicarsi una delle “primogenite”. E se pensate che far scannare gli appassionati in una gara per chi spende più soldi sia diabolico, forse non dovreste sapere che, per partecipare all’asta era necessario versare la cifra non rimborsabile di 429$. Ora, dato che i partecipanti sono 1012 (sì, se volete partecipare non siete più in tempo), almeno 912 torneranno a casa a mani vuote e col portafoglio più leggero, mentre la software house si metterà in tasca (429×912) 391.248 dollaroni.

Senza dare nulla in cambio.

E poi ci si chiede come si fanno i veri affari.

P.S. per la cronaca, l’offerta più alta per l’esemplare numero 1 ha raggiunto i 20.700 $, ben 29 volte il prezzo originale.

P.P.S. la spada è, a onor del vero, molto bella.

P.P.P.S. potete clickare su una delle immagini per arrivare al sito ufficiale dell’asta.


4 Responses to “Follie videoludiche”


  1. aprile 2, 2008 alle 7:36 pm

    Si, conoscevo e ammetterò che m’è passata per la testa di prenderla. Poi ho visto il prezzo, ho guardato il portafogli, e con un triste sospiro ho chiuso portafogli e sito ed ho preteso di non aver mai letto nulla del genere.

  2. aprile 2, 2008 alle 7:49 pm

    Bhè, di fronte ai 20 mila e più dollari che pagherà chi si aggiudica la “numero 1” (manco fosse il centesimo di Zio Paperone), cosa vuoi che siano 241 € (corrispondenti a 379 dollari al cambio attuale)?

  3. aprile 14, 2008 alle 6:02 pm

    241 €.

    Né più, né meno ;)

  4. aprile 14, 2008 alle 6:50 pm

    E anche quasi un mese del mio stipendio (in realtà rimborso spese) da stagista.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: