18
Mar
08

Love story

I tempi cambiano. Qualche giornalista scriverebbe che “le storie d’amore si adeguano alle nuove tecnologie”. Un modo come un altro per far intendere che il cronista sta parlando di qualcosa di assolutamente complicato ed incomprensibile, che logicamente ha qualcosa di semplicissimo e che, forse, chi legge, farebbe bene a scandalizzarsi.

In realtà, le famigerate nuove tecnologie, non sono nè complicate, nè tantomeno incomprensibili e sarebbe anche l’ora di chiamarle con il loro nome, cioè, mezzi di comunicazione di massa (se preferite, Mass Media).

Fatto sta che il pargolo che vedete nella foto non è un attore in fasce che presta inconsapevolmente la sua immagine per una campagna pubblicitaria, ma il frutto di un matrimonio, per così dire, propiziato dall’utilizzo del servizio Xbox Live. Non che il merito sia di Microsoft, beninteso: Mike e Stacy probabilmente si sarebbero conosciuti in ogni caso. Magari avrebbero fatto un bell’incidente automobilistico, prima di innamorarsi, considerato anche che lei è originaria della Georgia, mentre lui abitava nel Bronx.

Fatto sta che la coppia ha cominciato nella maniera classica: odiandosi. I due infatti sono stati acerrimi rivali giocando a Tom Clancy’s Rainbow Six Lockdown. Poi quasi per gioco si sono voluti incontrare, si son piaciuti, e adesso è nata la piccola creatura. Stacy e Mike hanno voluto ringraziare pubblicamente la casa di Redmond, dettaglio che fa quanto meno sospettare che la vicenda possa anche essere montata ad arte…

Da parte mia… posso solo dire che conosco più coppie che si son conosciute sulla grande rete di quelle che hanno usato i canali, così detti tradizionali…


6 Responses to “Love story”


  1. 1 Avvocato Taormina
    marzo 19, 2008 alle 4:35 pm

    Ho giocato due volte con chat vocale sul Live… e due volte sono stato riempito di insulti. Posso anche io ringraziare pubblicamente la casa di Redmond??? :D
    Troppe cose si potrebbero dire su questa nuova frontiera dell’ammorre, il 90% delle quali suonerebbero come puro qualunquismo. Forse sono l’unico essere umano (ma lo sono?) che vorrebbe entrare in una comunità virtuale per approfondire le proprie esperienze e nozioni su un argomento… a quanto pare tutti sono interessati solo a ciulare…. (Sei M o F???)

  2. 2 Sheik
    marzo 19, 2008 alle 7:06 pm

    …ti hanno insultato sulla chat vocale… non per essere sfacciato…ma magari non è che la tua voce non rende bene con il microfono?! che so..magari ci respiri sopra dando la sensazione di un maniaco…è un ipotesi

    p.s. a me non piacciono nemmeno i giochi online con la possibilità di chattare, quindi figuriamoci con il microfono.

  3. marzo 19, 2008 alle 7:48 pm

    Su, su, non litigate.

    E’ un dato di fatto che Xbox Live sia pieno di bambocci di 12-16 anni che, forti dell’anonimato, sfogano il loro repertorio di parolacce a tutto spiano. E’ successo a tutti e non è certo colpa dell’ansimo celestiale dell’Avvocato.

    Quanto al ciulare in chat… bhè, che ti devo dire? La nuove generazioni non rinunciano certo alla loro “responsabilità” di generare una generazione futura!

  4. 4 Avvocato Taormina
    marzo 19, 2008 alle 10:09 pm

    Macchè litigare XD per carità ^_^ La prima volta mi sono beccato del figlio di chi immaginate senza emettere un solo suono ^_^ (certo, la sportellata che ho rifilato su “Forza 2” al mio avversario era al limite del regolamento, ma comunque educata ed anticipata da almeno un paio di curve ^_^ )

    Quanto alla “responsabilità” di generare una prole… beh… ti ricordo che esiste anche la selezione naturale :P Certe razze non adatte alla sopravvivenza potrebbero estinguersi naturalmente… così, proprio per l’impossibilità di generare una progenie ^_^

  5. marzo 19, 2008 alle 10:17 pm

    E da cosa dovrebbe derivare l’impossibilità di procreare?

    I nuovi virgulti sono stupidi e ignoranti, non sterili.

    E ricorda: non c’è limite al peggio.

    P.S. complimenti per la sportellata!

  6. 6 Sheik
    marzo 20, 2008 alle 12:30 am

    be dai se era a seguito di una sportellata era un insulto sportivo

    P.S. non doveva essere offensivo, era la motivazione più improbabile che mi è venuta in mente per giustificare un insulto ad uno sconosciuto.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: